Pubblicato da: angelina | 24 aprile, 2010

Analisi dell’episodio – 613 “The Last Recruit”

null

Tredicesimo episodio della sesta ed ultima stagione – multicentrico.

Nuovi gruppi e nuove alleanze
Sull’isola la situazione è in continua evoluzione, i gruppi che si sono formati attorno a F-Locke e a Richard Alpert si fondono, si separano, e le alleanze cambiano continuamente. Si creano complicità che sembravano impossibili, certi legami si consolidano, mentre altri sembrano destinati a finire per sempre.

Widmore – Jacob versus Blackman – F-Locke
I due avversari muovono le “pedine” manipolando tutto e tutti, quindi condizionano le azioni di tutte le persone che sono sull’isola ma nel rispetto delle regole di un gioco che noi ancora non conosciamo bene. Eppure adesso diventa difficile prevedere le mosse dell’avversario e l’esito dello scontro finale è incerto per tutti.

“Ho guardato l’isola negli occhi”
F-Locke e Jack finalmente si ritrovano per un “faccia a faccia” che ricorda tanto la memorabile conversazione avvenuta fra Jack e Locke nell’episodio “il coniglio bianco

Continua a leggere…

Annunci
Pubblicato da: angelina | 16 aprile, 2010

Analisi dell’episodio – 612 “Everybody Loves Hugo”

null

Dodicesimo episodio della sesta ed ultima stagione, dedicato a Hugo, che nella realtà parallela è molto amato, del resto come si fa a non amare questo personaggio?

Anche se questo episodio è Hugo-centrico l’interesse è totalmente rivolto alla spietata lotta senza esclusione di colpi che si sta svolgendo tra Jacob e Mib che continuano a usare le persone come pedine. Desmond grazie a Charlie ha preso consapevolezza dell’esistenza di due diverse realtà e sta cercando di fare in modo che questo avvenga anche per gli altri passeggeri del volo Oceanic 815 atterrato a Los Angeles.

Continua a leggere…

Pubblicato da: angelina | 10 aprile, 2010

Analisi dell’episodio 611 – “Happily Ever After”

Happily Ever After è un’espressione che si  usa comunemente quando si arriva alla fine di una fiaba dove il finale è sempre felice… “e vissero a lungo felice e contenti”.

Purtroppo nella vita vera non sempre le cose finiscono nel migliore dei modi.

Continua a leggere…

Pubblicato da: angelina | 5 aprile, 2010

Analisi dell’episodio 610 – “The Package”

Con il decimo episodio della sesta ed ultima stagione, ci vengono fornite alcune nuove risposte, anche se i punti oscuri e i dubbi rimangono ancora molti. La situazione è quanto mai intricata. E’ ormai scontro aperto tra le due forze dominanti dell’Isola, Jacob e F-Locke. A farne le spese sono i Losties, che senza avere un quadro generale della situazione, vengono utilizzati come delle semplici pedine. A tutto questo si aggiunge la presenza di Charles Widmore, personaggio il cui ruolo rimane misterioso.

Image and video hosting by TinyPic

Continua a leggere…

Pubblicato da: angelina | 26 marzo, 2010

Analisi dell’episodio 609 – “Ab Aeterno”

Image and video hosting by TinyPic
Ab Aeterno ovvero “da tempo immemorabile”
un episodio dedicato a Richard Alpert non poteva avere un titolo diverso.

Flash-back di Ilana … in un ospedale in Russia (data non conosciuta)
Ilana è gravemente ferita si trova in ospedale, riceve la visita di Jacob che le affida l’incarico di riportare i sei candidati rimasti sull’isola, le chiede di andare con loro al Tempio e di chiedere aiuto a Richard.

Jacob sapeva che il suo tempo stava per finire.
(La teoria dell’eterno ritorno, che rappresenta la natura ciclica delle cose,  come il simbolo dell’ Uroboro,
che ci ricorda che  un ciclo ricomincia dall’inizio dopo aver raggiunto la propria fine.)

Sull’isola (2008)
Dopo la morte di Jacob, Richard non è più la stessa persona non solo è confuso ma è anche molto arrabbiato, ha deciso che ora si rivolgerà a F-Locke.
Ormai si è convinto che Jacob fosse un bugiardo e avergli ubbidito per tanti anni è stato davvero inutile.

Continua a leggere…

Pubblicato da: angelina | 18 marzo, 2010

Analisi dell’episodio 608- “Recon”

Sawyer

“Detective James Ford”
  Nella realtà parallela anche la vita di Sawyer sembra “pacificata” malgrado non sia certo perfetta.
Sembra sempre più evidente che il collegamento con l’isola stia a rappresentare una sorta di vita precedente.
Anche in questa “realtà”, come nella precedente, Sawyer ha perso i genitori a causa di Antony Cooper e lo sta cercando. Non diventa però un criminale, ma sceglie di essere un poliziotto e, cosa curiosa, la parola d’ordine che usa per allertare il suo partner Miles è “La Fleur”.

Miles, da parte sua, intuisce che Sawyer gli sta nascondendo qualche cosa e si serve di Charlotte per scoprire i suoi segreti.

Continua a leggere…

Pubblicato da: haylda | 18 marzo, 2010

Lost in 4 minuti

Un interessante riassunto di Lost della Fox Italy in 4′ 23″ che comprende le stagioni da 1 a 5.

Pubblicato da: angelina | 18 marzo, 2010

Il ragazzo misterioso

dall’episodio “il sostituto”

Chi è questo ragazzo misterioso che  F-Locke  (posseduto da “Man in black” che ha assunto il suo aspetto)  insegue nella giungla:

  • il futuro Jacob?
  • Aaron ? (certo sembra strano visto che è un adolescentre di circa 12 – 14 anni)
  • quali altre ipotesi si possono fare su di lui?

Tutto è molto strano:
-perché il ragazzo ha del sangue sulle braccia nella sua prima apparizione?
-perché Sawyer è in grado di vederlo mentre Richard no?

F-Locke quando lo vede si irrita moltissimo e decide di inseguirlo nella giungla ma finisce per cadere.
Il ragazzo smette di fuggire…. si ferma lo guarda con uno sguardo terribilmente severo e gli dà uno strano avvertimento:

“Conosci le regole, Non puoi ucciderlo”….

a chi si riferisce  e perchè le sue parole  fanno totalmente perdere il controllo a F-Locke ?

Infatti F-Locke risponde : “Non dirmi quello che non posso fare!”
dando inevitabilmente l’impressione di essere suo sottoposto.


Riferimenti culturali

Monumento a Hans Brinker in Noord Holland.
(c’è una fiaba per bambini, tra l’altro americana e non olandese, che racconta di un  bambino che ha salvato il suo paese infilando un dito nella diga.)

Questo strano dettaglio mi ha ricordato Halvar Hanso che è danese e che pur essendo fondatore della Dharma non abbiamo mai visto…

Pubblicato da: angelina | 18 marzo, 2010

Cosa significa ricevere il “tocco” di Jacob?

Ecco un indizio che viene dagli autori

Image and video hosting by TinyPic

Jacob seduto su una panchina legge un libro. (Episodio 5×16)
A mio avviso la lettura di questo libro suggerisce questa possibile interpretazione:

“Everything That Rises Must Converge” di Flannery O’Connor
La O’Connor attraverso la sua scrittura cerca di spiegare che ci sono cose che appartengono all’essere umano, che sono invisibili ma che fanno parte della realtà e sono la risposta alle grandi domande sulla vita di ciascuno di noi.

Questo libro parla della violenza che gli esseri umani si infliggono l’uno l’altro, con il loro comportamento spesso crudele, indifferente e distaccato ma poi attraverso un processo evolutivo, la loro coscienza si risveglia, scoprono di avere un’anima e trovano la fede.

A sua volta il titolo di questo libro si riferisce a un’opera del filosofo francese Teilhard de Chardin, “Il punto Omega”
che dice che: «tutto ciò che sale converge» e questa è anche una metafora dello sforzo di maturazione che le persone compiono nel tentativo di diventare pienamente consapevoli di sè.

Pubblicato da: angelina | 12 marzo, 2010

Commento all’episodio “Dr. Linus”

 “Conosci te stesso” la famosa esortazione dell’Oracolo di Delfi
Jacob ha voluto mettere al sicuro Hurley e Jack e soprattutto voleva che Jack vedesse il faro perché doveva capire che tutti  erano arrivati sull’isola per una ragione.
Trovare l’isola significa avere la possibilità di cambiare noi stessi e gli altri; riflettere sul  controverso rapporto con il destino, il desiderio di conoscerlo e di poterlo cambiare quando ci riserva qualche cosa che non vorremmo vivere.

Richard Alpert
Richard dice a Jack e a Hurley che li accompagnerà al Tempio, in realtà li porta all’interno del grande veliero della “Roccia Nera”, dove ritrova  le catene alle quali era stato incatenato. Lui dice che desidera morire ma non può uccidersi.

Finalmente sappiamo qualche cosa in più di lui, sappiamo che non invecchia perché ha ricevuto il “dono” di Jacob al quale lui non ha fatto altro che ubbidire per moltissimi anni.
Adesso che Jacob è morto Richard è un uomo distrutto, la sua vita ora non ha più senso, si sente smarrito ma ora è Jack  che  si è reso conto che entrambi non possono decidere di morire… non dipende dalla loro volontà semplicemente perché appartengono  a un “disegno” più grande di loro.

Continua a leggere…

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie